Lista di siti SEO geniali, pazzi e irriverenti

Nel corso degli anni ho notato con piacere l’aumentare di risorse per SEO dal tocco decisamente informale. Molte di esse mi sono state segnalate da Giacomo Pelagatti, che è un vero esperto nello scovare siti irriverenti e fuori di melone.

Ecco, “SEO fuori di melone” sarebbe stato un buon titolo alternativo per questo post.

Approfittando del clima scherzoso tipico del primo d’aprile, vi elenco dunque le risorse SEO che a mio parere meritano di essere visitate almeno una volta nella vita professionale di un qualunque searchmarkettaro.

SEO Mofo

SEO Mofo(“mofo” è l’abbreviazione di motherfucker, per inciso)

Col payoff “World’s greatest SEO” ed uno snippet su Google fatto in ASCII Art, SEO Mofo si contraddistingue per la pubblicazione di numerosi test SEO e per essere perennemente incazzato col mondo, con Google e con chiunque gli stia sulle scatole.

Al di là dell’approccio irriverente ed anarchico, i test svolti sono davvero originali, a volte con approccio black hat, e il sito merita di essere seguito.

L’unica cosa che non gli perdono è l’uso di un’immagine di Calvin che orina sul logo del sito.

Matt Kazz

Matt KazzMatt Kazz è una gloria SEO tutta italiana. I suoi post rappresentano un raro esempio di comicità surreal-demenziale dedicata al SEO e al web marketing in genere.

Vi segnalo il suo articolo sulla reazione di Facebook al famigerato pulsante +1 di Google e vi raccomando di farvi un giro sul sito se siete estimatori di questo tipo di verve comica.

SEO Cock Stars

SEO Cock StarsScoperto da pochissimo, e dall’archivio di articoli ancora poco nutrito, SEO Cock Stars merita di essere osservato per comprendere se ha sufficiente potenziale da eguagliare nel tempo Matt Kazz.

Nel frattempo, se siete stufi di social media, date un’occhiata alla sua pagina sui socialist media.

SEO ROBOT

SEO RobotIl giro turistico fa nuovamente tappa in Italia per segnalarvi una pagina singola, la più delirante che io abbia mai letto sul SEO.

La pagina inizia proponendo un servizio SEO, che per la precisione è “IL MEGA SITO DISTRUTTORE CON ROBOT SEO POTENTISSIMO CHE SPACCA TUTTI”, e il delirio continua prendendo in giro la comunicazione “alpinistica” di Madri Internet Marketing. Il tutto intervallato da diverse righe che disquisiscono sull’annosa ambiguità tra “staj” e “steig”.

Se tutto ciò non bastasse, sappiate che qualche contenuto e battura sono di palese matrice sessuale (cito: “[…] potenza e inarrestabilità del nostro SEO, grosso e duro!”).

The Church of Google

The Church of GoogleRassicurandovi sul fatto che si tratta di uno scherzo, vi segnalo anche il sito della Chiesa di Google, con tanto di elenco delle prove che dimostrano la natura divina del motore di ricerca.

Mi limito a citare l’ottava prova, che definirei inoppugnabile:

According to Google Trends, the term “Google” is searched for more than the terms “God”, “Jesus”, “Allah”, “Buddha”, “Christianity”, “Islam”, “Buddhism” and “Judaism” combined.

Ne conoscete altri?

Se qualcuno di voi conosce altri siti SEO “fuori di melone”, i commenti sono aperti per accogliere i vostri contributi! :)

GTmetrix e la guida alla velocizzazione di WordPress

GTmetrixSe seguite un minimo la “scena SEO” e le risorse che vengono segnalate su blog, social network ed eventi di settore, dovreste ormai conoscere GTmetrix, il tool che esegue sia Google Page Speed sia YSlow! su un URL indicato dall’utente e che riassume i consigli per ottimizzare le prestazioni della risorsa.

Oltre a consigliare la valutazione di GTmetrix a tutti coloro che ancora non lo conoscono, oggi sono incappato su una pagina del loro sito che non avevo mai notato e che ho pensato potesse essere sfuggita anche ad altri: la loro guida alla velocizzazione di WordPress.

Le linee guida non aggiungono nulla alle raccomandazioni base per l’ottimizzazione delle prestazioni dei siti, tuttavia tengono conto di un aspetto spesso critico per i blog: ottimizzare le prestazioni di WordPress senza produrre conflitti tra i plugin.

Buona lettura! :)